Parigi e Londra, così simili da non capirsi più - Marat n. 17

Negli ultimi anni le tensioni tra Francia e Regno Unito si sono moltiplicate, e la guerra sulle licenze di pesca è soltanto l’ultimo capitolo. Cosa c’è dietro questa incomprensione?

Il 27 ottobre, il peschereccio britannico Cornelis Gert Jan si trova in acque francesi, a largo del porto di Le Havre, e sta raccogliendo le coquilles de Saint Jacques, le preziosissime capesante che dalla Manica vengono esportate in tutta Europa. Poco dopo aver avviato le operazioni, il trawler viene avvicinato dalla guardia costiera francese, che chiede di salire a bordo per controllare la  licenza di pesca: il Cornelis Gert Jan è una barca extracomunitaria, e non può operare nelle acque dell’Unione europea senza una apposita licenza. I britannici sostengono di averla, i francesi rispondono che non è valida, la discussione si esaurisce rapidamente e il peschereccio viene invitato a seguire la guardia costiera nel porto di Le Havre. Il carico è sequestrato, la nave costretta a restare ormeggiata e il capitano invitato a comparire davanti al tribunale di Rouen.

Dopo più di una settimana, una prima udienza e un probabile processo da tenersi nel 2022 per accertare l’eventuale attività il…

This post is for paid subscribers